Scegli una lingua
Use Arthive in the language you prefer
Registrati
Create an account
Register to use Arthive functionality to the maximum

Ivan
Aivazovsky

Russia 
1817−1900
Artist app for iPhone and Android
Segui5 451
Ivan Constantinovich Aivazovsky (l'armeno Hovhannes Ayvazian; 17 (29) luglio 1817, Teodosia - 19 aprile (2 maggio), 1900, Teodosia) - il più famoso pittore marino russo. I personaggi principali dei suoi dipinti sono i paesaggi marini. Aivazovsky è passato dall'essere un ragazzo di Feodosia che dipingeva sui muri delle case, perché non c'erano matite o album in casa, a uno dei maestri più famosi e di successo del suo tempo. Fu riconosciuto sia sul territorio dell'Impero russo che all'estero. Nel periodo d'oro della fama, l'artista tornò a Feodosia e fece enormi sforzi per cambiare in meglio l'amata città.

Caratteristiche dell'artista Ivan Aivazovsky: il tema principale ed eroe dei dipinti di Aivazovsky è il mare, il genere principale è il porto turistico. Aivazovsky ha utilizzato attivamente la tecnica della glassa, in modo che l'"onda di Aivazovsky" sia entrata nella storia dell'arte (questa è un'onda schiumosa traslucida, che si trova spesso nei suoi dipinti). Quasi mai fondamentalmente ha scritto dalla vita, credendo che l'elemento non possa essere raffigurato, perché è il momento successivo è diverso. Aivazovsky ha scritto facilmente, rapidamente ed è stato molto fruttuoso, la sua eredità - circa seimila dipinti.

Dipinti famosi di Ivan Aivazovsky: "La nona onda", "Lotta di Chesme", "Mar Nero", "Tra le onde", "Notte al chiaro di luna sul Bosforo. Inoltre, l'artista ha un gran numero e incognite per una vasta gamma di opere, che includono vari schizzi e schizzi di paesaggi marini.

L'artista Ivan Aivazovsky, il primo in Russia, iniziò a organizzare le sue mostre personali. Durante la sua vita ne sono morti 120 - poche persone oggi possono vantarsene. Amava la società e le donne, ma soprattutto amava il mare. La sua vita è un esempio di successo nel suo destino. Sembra che ad ogni bivio della vita abbia fatto la scelta giusta. E potrebbe un altro...

Sull'origine dell'artista Aivazovsky e dei suoi primi dipinti

Gli antenati di Aivazovsky fuggirono durante il genocidio armeno turco in Polonia, per poi trasferirsi in Crimea. Il padre dell'artistain Feodosia era già firmato con il nome Gayvazovsky. Hovhannes è nato lì. La famiglia aveva tre figlie e due figli. I genitori riuscivano a malapena a sbarcare il lunario, quindi Hovhannes si è unito presto al travaglio. Il ragazzo era molto bravo a disegnare e suonare il violino. Vernici e carta cadevano nelle sue mani di rado, quindi in pratica doveva usare mezzi improvvisati: carbone e muri di case. Il sindaco Alexander Kaznacheyev una volta si interessò al "dipinto murale" raffigurante un soldato con tutte le munizioni e desiderava conoscere l'autore. Per tutta la vita, Ivan Aivazovsky ha ricordato con gratitudine il suo benefattore e ha detto di aver ricevuto da lui "Il regalo migliore e più memorabile è una scatola di colori a base d'acqua e un intero piede di carta da disegno".. I tesorieri lo assegnarono al ginnasio di Simferopol e al momento dei suoi studi si stabilì a casa. Quindi contribuì all'iscrizione del ragazzo a spese pubbliche all'Accademia Imperiale delle Arti di San Pietroburgo. Il giovane studente ha registrato Ivan Gayvazovsky. Solo nel 1840, la lettera G scomparirà dal suo cognome, quindi vuole rendere omaggio alle sue radici armene.

All'Accademia delle Arti

Aivazovsky cadde nell'aula di un paesaggista conosciuto all'epoca, un insegnante meraviglioso Maxim Vorobiev. Con lui, Ivan ha studiato saggezza accademica, e da lui ha preso l'amore per la direzione romantica, allora ancora innovativa. Aivazovsky era un ospite frequente nella casa dell'insegnante, e lui stesso stava facendo progressi, i suoi dipinti furono notati e lodati e davanti a lui si aprirono prospettive sorprendenti. Inoltre, all'età di 18 anni, Ivan Konstantinovich ha ricevuto una medaglia d'argento dall'Accademia. Questa medaglia ha quasi messo fine al suo futuro.

In Russia a quel tempo fu adottato a corte e il pittore francese marinaio era estremamente amato. Filippo Tanner. È stato invitato a scrivere i più importanti porti russi. Aivazovsky ha inviato i francesi agli assistenti. Ha subito apprezzato il talento dello studente e gli ha insegnato non solo a allungare le tele, a strofinare le vernici, a lavare i pennelli, ma anche a disegnare viste. C'era molto lavoro e Aivazovsky era completamente esausto nel processo di preparazione di Tanner per la mostra. Una volta fu accolto dal presidente dell'Accademia Olenin. Allarmato dall'aspetto emaciato del giovane, Olenin lo invitò nella sua tenuta. Lì Aivazovsky riprese le forze e ... scrisse un paio di marines. Il presidente, di sua iniziativa, li presentò alla mostra accademica del 1836.

Per l'artista Aivazovsky, questa mostra è memorabile per il fatto che è stato immediatamente elogiato Karl Brullov: “Ho visto le tue foto in mostra e all'improvviso ho sentito il sapore salato del mare sulle mie labbra... Si vede che sei dotato di una memoria eccezionale che conserva le impressioni della natura stessa. Questo è importante per un vero artista. ". Alla stessa mostra, Aivazovsky ha incontrato Pushkin. L'anno successivo il poeta fu ucciso, ma questo incontro sprofondò profondamente nell'anima dell'artista, e quindi ne scrisse molti immagini dedicate a Pushkin.

Recensioni positive! Inoltre, c'era una recensione in cui l'immagine di Aivazovsky era in contrasto con le tele garbate di Tanner. Un tale confronto fu estremamente offeso da Tanner e, usando la posizione di un maestro della pittura vicino all'imperatore, si lamentò che Aivazovsky "Ha rubato i suoi segreti" e attraverso la sua testa ha esposto i suoi dipinti alla mostra. A Nicola I non piacevano le violazioni della catena di comando, quindi ordinò che il lavoro dello studente ostinato fosse rimosso. Ma c'è stata confusione, i dipinti di Aivazovsky hanno appeso fino alla fine della mostra e sono stati contrassegnati con una medaglia d'argento. Quando si è scoperto che queste erano le stesse opere, l'imperatore non voleva saperne di più sugli insolenti.

E qui si è manifestata la straordinaria fortuna di Ivan Konstantinovich Aivazovsky sulle persone che prendono parte al suo destino. Zhukovsky, Glinka, Olenin, Burattinaio - che semplicemente non hanno presentato una petizione per lui. Tutto invano! Come "artiglieria pesante" per proteggere il giovane talento rosa insegnante delle figlie reali, professore dell'Accademia Alexander Sauerweid. Riuscì ad ammorbidire la rabbia di Nicholas I. Aivazovsky fu trasferito alla classe di pittura di battaglia, in cui insegnava Sauerweid. Presto il giovane, ricevendo una medaglia d'oro dell'Accademia, fu inviato per l'addestramento in Crimea e poi in Europa.

I dipinti di Aivazovsky conquistano l'Europa

In Europa, l'artista Aivazovsky è apparso per la prima volta all'età di 23 anni. "Io, come un'ape, raccolgo il miele da un giardino fiorito"- ha riferito del suo viaggio attraverso l'Italia, in cui ha assorbito avidamente nuove specie e ha scritto. A quel tempo, il lavoro dalla vita era considerato urgente. Ivan Konstantinovich ha cercato di seguire queste chiamate. Per tre settimane a Sorrento, ha scritto panorami dalla natura, esplorando tutte le spiagge circostanti. E dopo che Aivazovsky ha raffigurato nello studio dalla memoria due dipinti. Qual è stato lo stupore dell'artista quando alla mostra gli spettatori hanno indifferentemente superato la sua “natura” e si sono fermati a lungo con l'alba e il tramonto “inventati”. Da quel momento in poi, smise di cercare di infilarsi in una cornice che era ovviamente angusta per lui. L'artista portava sempre con sé un quaderno con una matita per fare schizzi, schizzi, ma d'ora in poi scriveva solo in officina.

E ancora una volta entrando nel suo solco - Aivazovsky ha trovato la sua strada, il suo modo di dipingere, anche se andava contro ciò che allora veniva insegnato ai pittori. E la fama lo ha trovato. Gli anni trascorsi all'estero sembrano un susseguirsi interminabile di successi. grande tornitoreche ha creato un incomparabile canto del mare, del sole e dell'aria, è stato deliziato dalle opere dell'artista russo. Una poesia dedicata al maestro britannico dell'allora giovane Aivazovsky è ampiamente nota: “Perdonami, grande artista, se ho sbagliato a prendere la foto come realtà, ma il tuo lavoro mi ha affascinato, e l'entusiasmo mi ha preso. La tua arte è alta e potente perché il tuo genio ti ispira. ".

La formazione del pennello Aivazovsky ha influenzato, prima di tutto, Claude Lorrain(Turner lo considerava anche il suo insegnante) Sylvester Shchedrin(Il talento di Ivan Konstantinovich è cresciuto, forse, in opposizione ai principi di Shchedrin, un grande fan della pittura all'aperto) e Karl Bryullov - la capacità di combinare il rigore accademico con l'emozione romantica.

Ovunque andasse, centinaia di dipinti "sotto Aivazovsky" apparvero presto in tutti i negozi d'arte e una fila di persone disposte a comprare originali si mise in fila per lui. Non aveva più bisogno di confrontare i suoi viaggi con la modesta pensione fornita dall'Accademia. Svizzera, Olanda, Inghilterra, Francia, Portogallo e Spagna: successo ovunque.

Una serie di scelte corrette

Nel 1844, Ivan Aivazovsky compì 27 anni. Alcuni a questa età trovano solo la loro strada, e alcuni non l'hanno ancora trovata. Riuscì a conquistare l'Europa e al suo ritorno divenne accademico e artista ufficiale della marina. Gli fu ordinato di scrivere i tipi di porti russi e città costiere sul Mar Baltico, cosa che Ivan Konstantinovich Aivazovsky avrebbe fatto con grande piacere. Ha portato il suo amore per la flotta e le navi per tutta la vita e ha goduto di una meritata risposta d'amore.

Aivazovsky è stato ripetutamente incolpato per la facilità con cui le onde del mare sono emerse da sotto la sua mano. E, forse, la facilità con cui gli è stato dato il successo. È trattato gentilmente dall'imperatore, è amato dalla luce, è amico di famosi scrittori, compositori, artisti. Scriveva con gioia e scioltezza. La conoscenza di Vissarion Belinsky ha portato la discordia in questa armonia. Il critico severo della morale non era un fan del sentimento. Riconobbe il grande talento di Aivazovsky come pittore e pittore mondano e indicò il pericolo imminente. «Vattene da qui, Ivan Konstantinovich. Ti rovina San Pietroburgo. Non per gente come te, questa città... Rovini il tuo dono fortunato per ordine reale e per ordine dei suoi nobili. Ricordava come la sua carriera fosse quasi crollata in gioventù. Inoltre, è davvero insopportabilmente attratto dal mare. Avrebbe potuto passare l'inverno a Pietroburgo, ma si stava facendo un po' più caldo: voleva andare sulle onde.

Nei salotti più alla moda di San Pietroburgo, le notizie sullo strano artista Aivazovsky, il beniamino fortunato e il favorito dell'imperatore, che nel periodo di massimo splendore della fama e andò nella provinciale Feodosia, furono discusse a lungo. E non me ne sono mai pentito: trovare il proprio posto non è meno importante che trovare la propria attività. Ivan Konstantinovich amava molto la sua città. Sembra che si sia posto l'obiettivo di ringraziarlo per l'inizio della vita, che gli è stato dato. Senza occupare alcun grado, divenne il vero padre della città. Il suo cortile era sempre aperto ai cittadini, organizzò un teatro, una scuola d'arte, una galleria a Feodosia. Sembra che la metà dei bambini teodosiani sia stata battezzata personalmente da loro. Ha fatto molti sforzi per costruire un porto a Feodosia e costruire una ferrovia, ha dato alla città l'approvvigionamento idrico.

L'artista Aivazovsky e le sue donne

Il primo amore di Aivazovsky, su cui ci sono pervenute informazioni o leggende, è il principale solista dell'Opera di Parigi, una ballerina Maria Taloni. Era più vecchia dell'artista di 13 anni. Sognava di essere sempre vicino, ma Maria decise che nella sua vita il ruolo principale era assegnato al balletto e si rifiutò di diventare sua moglie.

Avendo già costruito una casa a Feodosia, Aivazovsky trascorreva spesso l'inverno a San Pietroburgo, dove era considerato uno sposo molto invidiabile. E non si tratta solo di fama e ricchezza: era molto bello, cortese, affascinante e allegro. Quante bellezze hanno sognato di girare la testa! In una delle ricche famiglie di San Pietroburgo, le ragazze più grandi litigarono, cercando di determinare di chi fosse raramente innamorato Aivazovsky. E lui stesso si offrì di dare lezioni di disegno sia agli anziani che ai più giovani, che la governante portava alle lezioni. La madre della famiglia pensava che fosse una cosa peccaminosa, e se fosse stata lei a sprofondare nell'anima del giovane? Due settimane dopo, San Pietroburgo ricevette un nuovo motivo di pettegolezzo. Artista famoso, un giovane uomo ricco e affascinante sposa una ... governante! È venuto per questo!

In matrimonio con Julia Grevs sono nate quattro ragazze. Ivan Konstantinovich Aivazovsky era indicibilmente felice e disse che i suoi migliori dipinti furono dipinti secondo l'ispirazione associata al suo matrimonio. Ahimè, tale felicità non era infinita. Julia sognava di brillare a Pietroburgo e la vita a Feodosia non le si addiceva affatto. Il paradiso familiare fu sostituito da scandali e dopo 11 anni andò a Odessa, da dove inviò al re lamentele su suo marito e impedì la sua comunicazione con i bambini. Nel 1877, il loro matrimonio fu ufficialmente interrotto.

Ivan Konstantinovich Aivazovsky a Feodosia era ben noto e amato. Quando il sensale ha consegnato l'offerta di un padrone di 65 anni a una vedova di 26 anni 26 Anna Sarkizovanon dubitò a lungo. Il matrimonio è stato celebrato tutto Teodosio. In questo matrimonio, l'artista ha ottenuto sostegno e comprensione.

"La felicità mi ha sorriso"- disse in qualche modo. Quando una persona entra nel suo destino e vive la sua vita, allora la felicità gli sorride davvero.

Oggi, i dipinti di Aivazovsky sono esposti in tutto il mondo, sono anche presenti nei cataloghi di varie aste rinomate, come ad esempio Sotheby's, e hanno un successo incredibile. I più ricchi collezionisti di pittura vogliono comprare opere di Ivan Konstantinovich per soldi enormi. Ma i più grandi dipinti dell'artista restano nei musei e sono a disposizione del pubblico: la tela”Tra le onde"(282 x 425 cm) è esposto alla Galleria di Aivazovsky a Feodosia,"Nono albero"(221 x 332 cm) nel Museo Russo,"Mar Nero"(149 x 208 cm) nella Galleria Tretyakov.

Autore: Alain Esaulova
  • Contatti
  • Le opere sono piaciute a
    1 687 users
  • Artworks in 8 collections and 912 selections

Mostre

Tutte le mostre dell'artista
Leggi tutte le storie
Mostra tutta la bacheca
View 854 artworks by the artist